Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale del turismo di Orsera

Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale
del turismo di Orsera

Ocean Lava triathlon, oct. 25.-27.2019.

Ocean Lava Planet has extended its wings with a new event in Croatia. Taking place in Istria, the peninsula situated in the north-west of the country, Ocean Lava Triathlon Vrsar-Croatia takes place on October 25-27, 2019.

Di più

Eredità storica a Orsera

Il nome di Orsera (Vrsar) é molto antico. Nei documenti medieviali in latino, il nome della nostra cittadina é citato in diverse varianti: Ursaria, Ursarium, Vrsarium, Orsaria…

Di più

A Rich Culinary Tradition

All fragrances and aromas blend in Vrsar to give a harmonious overture into the characteristic gastronomy of Istria. Sea food, grilled fish and meat delicacies that can be tasted in charming restaurants and authentic konobas (taverns) are just a small part of the rich gourmet experience offered by Vrsar.

Di più

Bellezze naturali

Dalla costa adriatica fino alla pianura e al terreno leggermente collinare  nell’ hinterland, le bellezze naturali di Orsera e dei suoi dintorni sono fonte di ispirazione per i visitatori in cerca di riposo e di relax.

Di più

SPORT, NATURA, ATTIVITA’

A Orsera s i pos sono prat icare una vasta gamma di sport e attività ricreative, dal tennis al calcio, pallavolo, pallacanestro fi no alle bocce ed al minigolf.

Di più

Cerca l'alloggio

ARCIPELAGO E LE ISOLE DI ORSERA

La costa antistante Orsera, insieme all’Arcipelago di Brioni, è considerata la più frastagliata del litorale istriano. All’articolazione della costa contribuiscono diciotto isole e isolotti locali, il porto di Orsera, numerose insenature e baie, ma anche il Canale di Leme come parte meridionale estrema del territorio comunale. 

Le più importanti isole e isolotti di Orsera sono: Figarolica, Lakal, Salamon 1 e 2, Zavata, Galiner, S. Giorgio, Gusti školj, Coversada, Longa e Orlandin. L’isola più grande S. Giorgio ha la superficie di 112, 408 m2 ed una linea costiera di 1773 m, segue Coversada con 67.477 m2 e 900 m costieri, le isole Salamun 2 con 39.881 m2 e 773 m di costa, Longa con 29.923 m2 e 826 m e le isole Salamun 1 con 24.587 m2 e 590 m costieri.

Sull’isola di S. Giorgio sono state registrate delle tracce certe di un insediamento continuativo ed anche l’isola di Coversada presenta tracce di pari interesse. Nelle fonti storiche e cartografiche Coversada viene menzionata col nome di Conversada, nome probabilmente derivato dal verbo latino convertere, che secondo alcuni, potrebbe indicare un luogo di soggiorno permanente o temporaneo, per i convertiti. Sulla costa di Orsera sono situati anche i due importanti promontori di Petalon (sulle carte nautiche anche Petalun) e di Šjole che forma la porta naturale attraverso la quale si entra nel canale di Leme. Le bellezze naturali dell’acquatorio di Orsera sono costituite anche da alcuni bassifondi quali Velika, Mramori, Coversada (sulle carte Kuversada), Lim e Fujaga.

L’insieme delle isole e delle insenature, delle numerose baiette riparate, le vicine sorgenti inesauribili di acqua potabile (situate a nord dell’abitato di Orsera), note già dai tempi antichi, l’importanza vitale della pietra e delle cave presenti, nonché i colli (incluso quello di Orsera), costituivano già dalla preistoria un ambiente favorevole all’insediamento umano. Oggi l’ambiente naturale descritto rappresenta uno dei vantaggi più importanti di Orsera rispetto ad altre destinazioni turistiche, ma anche la caratteristica della sua nota riconoscibilità paesaggistica, che trova la sua piena affermazione nell’attività turistica.

Ii Canale di Leme rappresenta un fenomeno naturale ed ambientale, singolare ed unico, del territorio di Orsera. Questa valle, originariamente un canyon fluviale carsico, successivamente sommerso dal mare, sulla quale si innesta il letto asciutto di una valle fluviale (Draga), riunisce in sè una serie di fenomeni naturali interessanti dal punto di vista geologico, paesaggistico, climatico e botanico. Il canale di Leme ha assunto il suo aspetto odierno formatosi dal calcare giurassico all’epoca dell’ultimo disgelo, con le coste alte oltre i 150 m sul livello del mare.