Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale del turismo di Orsera

Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale
del turismo di Orsera

Ocean Lava triathlon, oct. 25.-27.2019.

Ocean Lava Planet has extended its wings with a new event in Croatia. Taking place in Istria, the peninsula situated in the north-west of the country, Ocean Lava Triathlon Vrsar-Croatia takes place on October 25-27, 2019.

Di più

Eredità storica a Orsera

Il nome di Orsera (Vrsar) é molto antico. Nei documenti medieviali in latino, il nome della nostra cittadina é citato in diverse varianti: Ursaria, Ursarium, Vrsarium, Orsaria…

Di più

A Rich Culinary Tradition

All fragrances and aromas blend in Vrsar to give a harmonious overture into the characteristic gastronomy of Istria. Sea food, grilled fish and meat delicacies that can be tasted in charming restaurants and authentic konobas (taverns) are just a small part of the rich gourmet experience offered by Vrsar.

Di più

Bellezze naturali

Dalla costa adriatica fino alla pianura e al terreno leggermente collinare  nell’ hinterland, le bellezze naturali di Orsera e dei suoi dintorni sono fonte di ispirazione per i visitatori in cerca di riposo e di relax.

Di più

SPORT, NATURA, ATTIVITA’

A Orsera s i pos sono prat icare una vasta gamma di sport e attività ricreative, dal tennis al calcio, pallavolo, pallacanestro fi no alle bocce ed al minigolf.

Di più

Cerca l'alloggio

CASTELLIERE MUKABA

Mukaba è una località collinare preistorica dell’Età del Bronzo, risalente al secondo millennio situata sulle rive settentrionali del Canale di Leme. Ubicata sul margine occidentale dell’area forestale di Kontija, è caratterizzata da resti, parzialmente conservati e relativamente ben visibili, di tumuli e fortificazioni dell’età del bronzo. Si trova in una posizione strategica ideale da cui si gode un’ampia vista, che spazia a sud verso Orsera e ad ovest verso il canale di Leme.

Mukaba indica la collina sulla quale è stata costruita la struttura preistorica con fortificazioni e tumuli. In cima al castelliere e sulle pendici della collina oggi si può scorgere un ammasso di pietre che una volta formavano la fortificazione e che si fanno via più numerose verso la cima.

Il castelliere probabilmente aveva due anelli di mura costruite con la tecnica del muro a secco, che insieme alla configurazione del terreno costituivano una notevole barriera alla penetrazione del nemico nell’insediamento. L’area era abitata nel II millennio a. C.

La seguente descrizione di Mukaba risale al 1972: La spianata superiore della collina è larga 30 metri e si estende da nord-ovest a sud-est. Il tumulo più settentrionale, a quanto pare, non fu sottoposto a scavi e vi si trovava il punto di triangolazione, mentre in mezzo agli altri due tumuli furono effettuati degli scavi. Resta la domanda se i ricercatori fossero arrivati fino alle tombe. Sul lato nord del tumulo medio è ben visibile una parte del muro che circondava il tumulo. Il cumulo di pietre è alto due metri, mentre il suo diametro è di circa 15 metri e l’altezza di 3 metri ed è costituito solamente da pietre, senza terra.

Il centro dell’insediamento si trovava in cima della collina e sui pendii immediatamente sotto la cima. Sul castelliere si trova un belvedere con una bellissima ampia vista che spazia dal Canale di Leme all’area dell’aeroporto odierno, ad Orsera e le isole antistanti, a Santa Eufemia di Rovigno, e nel retroterra si intravedono Gradina, Marasi, l’area forestale di Kontija, che si estende fino a Kloštar.

Purtroppo a Mukaba non sono stati effettuati scavi e ricerche, anzi l’area è stata parzialmente devastata, sebbene siano ancora molto visibili nel paesaggio i resti preistorici. Nel Canale di Leme sotto Mukaba si trovava l’imbarco di legname e pietre, che era in funzione fino alla metà del XX secolo.