Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale del turismo di Orsera

Vrsar, Orsera, Istria sito ufficiale
del turismo di Orsera

Tradizione a tavola 15.10.-15.11.2019.

Di più

Ocean Lava triathlon, oct. 25.-27.2019.

Ocean Lava Planet has extended its wings with a new event in Croatia. Taking place in Istria, the peninsula situated in the north-west of the country, Ocean Lava Triathlon Vrsar-Croatia takes place on October 25-27, 2019.

Di più

Eredità storica a Orsera

Il nome di Orsera (Vrsar) é molto antico. Nei documenti medieviali in latino, il nome della nostra cittadina é citato in diverse varianti: Ursaria, Ursarium, Vrsarium, Orsaria…

Di più

A Rich Culinary Tradition

All fragrances and aromas blend in Vrsar to give a harmonious overture into the characteristic gastronomy of Istria. Sea food, grilled fish and meat delicacies that can be tasted in charming restaurants and authentic konobas (taverns) are just a small part of the rich gourmet experience offered by Vrsar.

Di più

Bellezze naturali

Dalla costa adriatica fino alla pianura e al terreno leggermente collinare  nell’ hinterland, le bellezze naturali di Orsera e dei suoi dintorni sono fonte di ispirazione per i visitatori in cerca di riposo e di relax.

Di più

Cerca l'alloggio

CHIESA PARROCCHIALE DI SANT’ANDREA APOSTOLO DI GRADINA

La chiesa di Sant’Andrea fu costruita nel XVI secolo sul sito di una vecchia costruzione dell’XI secolo, di cui è rimasta conservata l’abside sporgente sul muro settentrionale della chiesa odierna. Fu ampliata nel XVIII secolo e restaurata nel 1975 e nel 2013. Sulla facciata ha un campanile a vela con due luci e una campana. Si tratta di un edificio a navata unica con sacrestia, che originariamente era di piccole dimensioni (l’abside è larga solo 1,5 m) e probabilmente a pianta centrale con le nicchie absidali. L’abside è molto simile a quella della chiesa dedicata all’Arcangelo San Michele a Leme. Nella chiesa ci sono tre altari di pietra con trittici lignei. 

Sul sito dell’attuale chiesa parrocchiale a Gradina, c’era una chiesa più antica, eretta non più tardi del XI secolo. Nella struttura architettonica dell’attuale chiesa si nota un’abside sporgente nel muro settentrionale, visibile dall’interno e dall’esterno, che apparteneva alla chiesa più antica. L’abside è larga 1,5 m, il che indica le dimensioni molto ridotte della chiesa più antica. L’abside si trova sul lato nord della chiesa, un caso unico, il che indica che questo vecchio edificio della chiesa aveva probabilmente la pianta centrale con le nicchie absidali. Il muro absidale è costruito con piccole pietre frantumate irregolari inserite in uno spesso strato d’intonaco e tale tecnica architettonica, chiaramente molto rustica, rivela le caratteristiche dei muratori locali.

La chiesa più antica esisteva nel XV secolo, quando fu registrata sulla mappa del monaco Mauro, che rappresentava il feudo di San Michele a Leme ed i terreni circostanti. La chiesa fu distrutta nel XVI secolo, quando fu eretta l’attuale chiesa, che conservò solo l’abside della precedente.

La chiesa attuale, ampliata nel XVIII secolo e restaurata nel 1975 e nel 2013, ha sulla facciata un campanile a vela con due luci e una campana. All’interno ci sono tre altari di pietra con trittici lignei. L’altare maggiore, rivolto al popolo, ha il tabernacolo in pietra e una pala raffigurante Sant’Andrea, titolare della chiesa, e immagini della Madonna col Bambino, di San Romualdo e di Santa Sofia. Nelle nicchie dietro l’altare sono rappresentati San Michele e San Romualdo. L’olio su tela dell’altare a destra ritrae il beato Miroslav Bulešić, le cui reliquie sono state collocate nell’altare maggiore. Inoltre, nella chiesa si trovano anche un fonte battesimale in pietra con la parte superiore lignea ed un’acquasantiera con decori scolpiti.